Cinnamon sugar pull apart bread all’aroma di fava tonka

Questo pane straordinario, grasso e grosso e profumatissimo, ha origini inglesi, è un po’ laborioso, ma io queste sfide le accetto, qualcun’altra no. Arriva dall’Inghilterra e si chiama pull apart bread, letteralmente pane diviso per via della sua particolare forma, è una sorta di pan brioche, a strati divisi in quadrati disposti in verticale. Un grande lavoro ma vale la pena e di questi tempi serve per ammazzare il tempo, prima che non ci ammazzi il covid. Ahimè……che tristezza!

Vi lascio il racconto e un gran lavoro da realizzare per ottenere un buon dolce da consumare a colazione magari con un filo di marmellata di arance.

Ingredienti

Farina 00 gr 500

50 grammi di zucchero

3 grammi di lievito di birra disidratato

50 grammi di Olio di girasole

O 60 grammi di burro

140 di latte

Tre uova a temperatura ambiente

Semi di vaniglia

Buccia di arancia o limone

Cannella

Chiodi di garofano

Noce moscata

Un pizzico di sale

Note:

Il miscuglio di spezie noi lo abbiamo messo anche nell’impasto ma non è d’obbligo. Fate voi.

Per ottenere un miscuglio di cannella, chiodi di garofano, mettiamo le spezie in un frullatore insieme a qualche cucchiaio di zucchero, frulliamo fino ad ottenere una polvere che possiamo conservare in un barattolino per ogni volta che vorremo usarli.

Per il ripieno

100 grammi di zucchero semolato

100 grammi di zucchero di canna

Cannella

Noce moscata e chiodi di garofano

Fave tonca o un cucchiaio di cacao amaro

60 grammi di burro

Preparazione

Mettiamo nella ciotola della planetaria la farina, il lievito di birra disidratato e lo zucchero, la buccia di limone o di arancia m, il latte a temperatura ambiente, regoliamoci a metterlo perché potrebbe servirne meno o di più per l’aggiunta delle uova, cominciamo ad impastare fino ad amalgamare tutto, uniamo il sale, un uovo alla volta, stando attenti a farne assorbire uno alla volta. Lasciamo impastare fino ad incordare, lo capiremo quando le pareti della ciotola saranno pulite.

Mettiamo la ciotola con l’impasto a lievitare fino al raddoppio, chiuso in un sacchetto per surgelati nel forno con la lucina accesa.

Per il ripieno

Ora mescoliamo i due zuccheri con le spezie ed un pizzico di fava tonka grattugiata, se non l’abbiamo, possiamo mettere un cucchiaio di cacao amaro.

Riprendiamo l’impasto raddoppiato, trasferiamolo sopra il piano di lavoro unto, sgonfiamolo e formiamo una palla che divideremo in quattro parti. Lavoriamo ogni parte, sgonfiandola e pirlandola, cioè arrotolandola sopra il piano. Lasciamo riposare coperte dal sacchetto per surgelati. Questo è un passaggio essenziale per avere una pasta morbidissima e setosa. Possiamo anche evitare, ma ne vale la pena per un migliore risultato. Se vorremo evitarlo, dividiamo l’impasto subito dopo il primo raddoppio, e procediamo con lo stendere ogni parte sottilmente con il matterello, facendone un quadrato di 30 centimetri, sono 4 parti, stendiamo prima il primo, spennelliamo col burro fuso e spolveriamo di spezie e zucchero, sovrapponiamo il secondo, spennelliamo col burro e spolveriamo con le spezie, ripetiamo lo stesso procedimento con le atre due. In totale sono quattro strati. Spennelliamo anche l’ultimo con il burro e spolveriamo di spezie. Ora con un coltello affilato tagliamo in quadrati di 10 centimetri, dovremo ottenere 16 quadrati, li sovrapponiamo a coppie di due che metteremo in piedi, non in piano, dentro uno stampo di plum-cake imburrato e spolverato di cannella e farina. Mettiamo a lievitare ancora per il tempo che l’impasto toccherà la fine delle pareti dello stampo. Mettiamo a cuocere in forno a 170 gradi, può essere anche ventilato, a noi viene meglio in questo modo. Ci vorrà quasi un’ora, regoliamoci con la temperatura del nostro forno, a metà cottura copriamo la superficie con un foglio di alluminio. Controlliamo la cottura e non lasciamo che scurisca troppo.

Buona vita, buon dolce grasso, grosso, alla cannella e fava tonka ❤️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...